Luce

Domenica ho partecipato a un seminario tenuto da Laura Garini (www.scintilladiluce.com) la protagonista di questo seminario era la Luce, Luce intesa come fonte divina, Dio, Creatore, quel tutto da cui tutti proveniamo e a cui tutti torneremo.

Durante il seminario ho avuto l’opportunità di collegarmi a quella fonte divina fonte di luce e amore che attraverso il mio cuore o scintilla divina mi ha fatto sentire quanto quel luogo che mi sembra spesso molto lontano è qui sempre vicino o meglio dentro di me.

Potersi collegare a quella fonte per me è l’opportunità di chiedere di ripulire e guarire delle ferite che ancora dentro di me ci sono, ma anche di benedire e portare amore nei luoghi più oscuri di me stessa e nelle relazioni più complicate.

E’ uno strumento davvero potente che sempre di più mi fa comprendere come a volte nel mondo quotidiano ciò che continua a riproporsi è qualcosa che va visto e affrontato e che a volte l’unico modo per portare vera guarigione e comprensione di ciò che accade è affidarla a qualcosa di più grande di me e alla parte di me più vicina a quella fonte divina.

 

Essenza

Sabato mi sono presentata al mondo, ho detto chi sono cosa faccio in cosa credo, ho espresso la mia essenza nel modo più onesto e profondo che conosco.

Aver avuto questa occasione mi ha dato l’opportunità di rinforzare ancora di più il mio sentire la mia possibilità di essere chi desidero essere senza giudicarmi e senza sentirmi giudicata. Questa sensazione di connessione di collegamento con la parte più autentica di me mi fa rendere conto di quante illusioni ho vissuto per molto tempo tutti quei: devo fare, sensi di colpa, obblighi formali, vittimismi, che oggi cerco di lasciar andare ricordandomi sempre che la mia parte onesta la mia parte vera non deve niente non è obbligata a fare niente non è vittima di niente e ha dei sensi di colpa non utili.

Riuscire a vedermi come creatrice della mia realtà riuscire a comprendere che chi incontro mi porta informazioni utili per la mia crescita di consapevolezza, che ciò che mi arriva come intuizione idea e sentire è la mia anima che mi parla, tutto questo per me è essere benedetta e ne sono infinitamente grata.

Ho fatto e sto facendo un cammino molto impegnativo e profondo e fondamentale che piano piano mi da la possibilità di creare una strada adeguata a me a chi sono e alla mia essenza, questo spero che un giorno mi porti a vivere tutto con più leggerezza e di sentire con più forza e profondità e di vivere pienamente la GIOIA.

Sono grata ai Registri Akashici che attraverso gli insegnamenti che mi portano mi fanno rendere conto di quanta strada ho fatto e di quali ostacoli ancora devo superare ma soprattutto che mi permettano di vivere dei momenti di intensa connessione e di sentire un profondo amore verso me stessa e tutti gli esseri che mi circondano.

Chiara

Da circa 10 anni sono alla ricerca di me stessa, sono alla ricerca della mia essenza e di chi voglio essere davvero in questa vita.

In questo periodo ho imparato molte cose di me e ne ho lasciate andare altrettante, una serie di convinzioni e idee portatemi dal fuori e create da me stessa che mi intrappolavano in ruoli in situazioni e in legami che invece che rendermi più consapevole e forte mi rendevano più dolorante e senza radici. Dopo un lungo lavoro, che sta continuando ancora oggi, ora quest’anno sto iniziando a scorgere quella luce che dentro di me c’è ma che a volte fatico ancora a vedere e che è ciò che mi sento di voler portare sulla terra per poter migliorare la mia vita e aiutare gli altri a fare lo stesso.

Sono mesi molto intensi pieni di intuizioni nuove su come va il mondo su come la mente mi ha portato a lungo a credere in cose in obblighi in out out che in realtà sono una finzione e osservando la realtà fuori dalla mente mi accorgo che la libertà è alla mia portata e che devo solo accoglierla e darmi il permesso di viverla.

Ogni passo in avanti porta maggiore chiarezza e consapevolezza e anche quando penso di star facendo passi indietro mi rendo conto che è tutto per il mio massimo bene.

grazie

L’inaspettato

Quando mi accade qualcosa che non mi aspettavo proprio qualcosa che pur essendo nel mio immaginario mai avrei pensato che potesse accadere ecco che la confusione più totale si apre in me e la scissione tra la mente e il cuore diventa cosi dirompente e cosi forte che non posso fare altro che piangere.

Oggi sto vivendo questa scissione questa separazione che è ciò per cui l’essere umano spesso è combattuto nelle decisioni, nei desideri, nel riuscire a seguire un sentire che separato e disturbato dalla mente lo porta poi ad ascoltare il sentimento della paura invece che il coraggio della gioia. Per poter vivere nella gioia la scissione non ci può essere perché al contrario si è in una continua battaglia tra il si e il no tra il faccio e il non faccio tra il credo e il non credo.

Per poter vivere la gioia non ci può essere neanche la paura perché in quel caso è evidente che chi ha la meglio è la mente che abituata a riproporre antichi meccanismi e vecchie abitudini porta l’uomo ad aver paura di ogni cosa ignota e nuova che venga a incontrare.

Cosi oggi nella mia lotta nel mio affrontare questo ignoto mi ritrovo a chiedermi come potrò essere centrata e presente come potrò ricevere messaggi dai maestri se avrò nella testa un pensiero forte e pressante di paura di qualcosa che potrebbe accadere o non accadere e che in ogni caso mi porterà a vivere situazioni di dibattito interiore.

Poi provo a dirmi di stare con quello che c’è e nel presente di cancellare tutti i pensieri che mi circondano, anche quelli degli altri e di accettare di vivere questa situazione per quella che è e piano piano cerco di rientrare in me nella mia centratura e in ciò che per me è importante vivere ora. Non ci sono regole c’è solo il stare dove si è e accettare l’esperienza che ci è stata portata perché per noi importante e anzi fondamentale.

Nel silenzio del cuore

Da oggi inizia una nuova fase di un lavoro che è iniziato qualche settimana fa con Francesca una mia amica con cui negli ultimi anni ho avuto la possibilità di confrontarmi e crescere in consapevolezza e comprensione di me stessa.

Nel silenzio del cuore è un luogo dove abbiamo deciso di pubblicare una serie di domande sulla vita in generale e le risposte  queste domande ricevute dalla consultazione dei Registri Akashici Cosmici.

L’idea è nata chiacchierando, ho raccontato a Francesca dell’iniziazione che avevo ricevuto e del fatto di riuscire a ricevere messaggi dai maestri e lei mi ha chiesto se mi poteva mandare delle domande e di pensare di fare un percorso attraverso di esse e cosi abbiamo iniziato e alle domande arrivavano risposte davvero molto profonde e interessanti cosi abbiamo pensato di pubblicarle per comprendere se potessimo interagire anche con persone esterne e raccogliere domande da chi legge.

Siamo in via evolutiva

se volete leggere alcune di queste domande e risposte le trovate nella pagina il silenzio del cuore

Una nuova avventura

Oggi inizia una nuova avventura per me, attraverso questo sito cercherò di raccontare me stessa e ciò che vorrei portare nel mondo. Ogni gesto che decido di mettere in atto sarà amorevole e di aiuto a me stessa e agli altri, questo l’inizio di una nuova esperienza in cui voglio mettere tutto ciò che ho imparato negli ultimi 10 anni in un lunghissimo viaggio dentro me stessa e alla scoperta dei miei talenti e delle mie capacità… Non è ancora finita sono alla continua ricerca di modi diversi di esprimere la mia essenza.